Testamento spirituale di Danilo Cubattoli

Cari amici e Parenti tutti, miei confratelli nel Sacerdozio e mio carissimo Cardinale, vi ringrazio dal profondo del cuore per l’affetto che mi avete sempre voluto e che per me è stato come il tangibile volto del Signore, capace di riempirmi sempre di gioia e di fede certa nella sua misericordiosa bontà. Vi chiedo perdono per quanto non ho saputo ricambiare per gli scandali che posso avervi dato, per quanto vi ho fatto soffrire od offesi. Chiedo perdono a tutti i miei carissimi carcerati per quante volte li ho fatti attendere invano la mia opera per tutto l’amore che spesso non ho saputo donare loro come dovevo.

Read more...
 
Don Cuba

Don Danilo Cubattoli è morto, anzi è nato. Egli ha appena attraversato l’acqua del battesimo della sua nuova vita: quella nella luce divina. Sono sicuro che la sua tomba non lo ospiterà mai. Lui non può stare fermo un attimo. Non lo è mai stato per tutta la sua esistenza: ha sempre corso facendo il possibile e l’impossibile per gli altri. E lo ha fatto spesso usando la sua amata bicicletta. E’ stato certamente felice della sua vita. Lo è stato anche della sua fine tormentata, considerandola un dono speciale: una morte cristiana. E’ stata una sofferenza luminosa la sua. Dai primi giorni dell’estate ha affrontato i dolori della malattia che lo ha attanagliato e costretto all'immobilità, con serenità e dignità grandissime. Alla famiglia, a me ed a coloro che hanno avuto la fortuna di stargli vicino nelle ultime ore, prima tra tutti la dottoressa Ghita Vogel, suo angelo custode da una vita, ha dimostrato ancor di più la sua straripante umanità, il coraggio e la lucidità di fronte alla morte.

Read more...
 
Amore, coraggio e suicidio nell'ultima opera di Mauro Monni

L'involucro è scomparso, ma le persone che lo portavano esistono tuttora e certo voi amate esse e non il loro involucro. Prima però di poter comprendere la loro condizione dopo la trasformazione nella morte è necessario conoscere la propria. Si deve cercare di far nostra l'idea che siamo esseri immortali, perché divini in essenza; una scintilla del fuoco di Dio. “Iddio creò l'uomo a sua immagine” (Genesi 1,27). Prima di rivestire l'involucro chiamato 'corpo' abbiamo vissuto lunghe età e ne vivremo ancora a lungo dopo che esso si sarà dissolto in polvere.

Read more...
 
<< Start < Prev 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Next > End >>

Page 28 of 32