Dio nel cuore

Raggiungere Dio nel profondo del cuore. Abbandonare ogni pensiero, ogni idea, ogni conoscenza. Assorbire Dio in maniera divina, tanto che la scienza diventi pura ignoranza e oblio di se stesso. Non con la ragione, non coi sensi si giunge al vero Amore. Servono assenza perfetta di una meta e rinuncia ad ogni volontà. Finché non resti nel cuore un unico desiderio di eternità e di Dio. Finché non resti che perfetta povertà.

E povero può dirsi soltanto chi nulla vuole e niente desidera. La ragione e l'intelligenza non sono strumenti utili per accogliere, per abbracciare l'esperienza divina. Dio non ha bisogno di illuminazione per vedere se stesso. Oltre la ragione, che sempre cerca, c'è il Dio vivente, che non cerca oltre. Vive in assoluta Verità. Chi ha realizzato Dio sente il gusto di Dio in tutte le cose. Conseguenza dolce e bella dell'abbandono della conoscenza, della volontà, del tempo e dell'io è la calma più profonda, Dio nel cuore.


Andrea Claudio Galluzzo