Sotto il cielo di Gerusalemme

Il pellegrinaggio è vivere le sorgenti della fede. Vuol dire mettersi in cammino non per visitare antiche pietre né per venerare luoghi santi, ma per rinnovare lo spirito e il corpo. E' il viaggio di Gesù, per salire al monte Sion, sulle vie del Vangelo, ascoltando la Parola di Dio, attraverso la libertà della quale ha bisogno, nei veri paesaggi dove essa risuona. La scoperta di Dio avviene sotto il Cielo di Gerusalemme.


Chi sa, chi conosce, vede con occhi diversi rispetto a chi ignora. Compiangete chi vi ripeterà il vecchio e stupido luogo comune secondo il quale "Se vuoi perdere la fede, vai a Gerusalemme". Compiangeteli perché, se si sono convinti di ciò, significa che non sanno vedere né sentire. Non credono abbastanza, affidarsi a Dio provoca vertigini. Ma nessuno può abbandonare Gerusalemme una volta che ne ha sperimentato il mistero. La si lascia senza abbandonarla e, con Lei nel cuore, cambia radicalmente la nostra vita.

 

Andrea Claudio Galluzzo