Il museo di Alessia
All’inizio dell’avventura del Museo della Fiorentina, nella tarda primavera del 2009, mi trovai ad incontrare, colmo di ingenuità, molti dei rappresentanti delle istituzioni. Ce ne furono alcuni attratti dall’iniziativa perché ritenevano che potesse donar loro qualche visibilità. Altri, ben pochi, la accolsero con autentico consenso e si misero concretamente a disposizione della nascente struttura. Un giorno interpellai l’assessorato allo sport della Provincia di Firenze per individuare la persona alla quale rapportarmi e mi fu indicata Alessia Ballini.
Leggi tutto...
 
Dove l'aria è più dolce
Cinque giorni soltanto. Da solo. Intensi, senza fiato. A Gerusalemme il mondo è davvero diverso. La divinità perde ogni astrazione: diventa tangibile e sensuale. Non si può spiegare. Tutto vibra se ti fermi ad osservare. Anche la luce sulle pietre non sta mai ferma. L'aria è dolce, quasi profumata. Si viene attratti dal terreno. Un misticismo naturale assale lo spirito vanamente riluttante ad abbandonarsi. La ragione si ferma: è inutile. Dio è tangibile: quasi solido, mai etereo. Non c'è bisogno di sapere nulla a Gerusalemme. Si sente e basta.
Leggi tutto...
 
L'acqua del cammino

Avvenne a novembre. Camminai a lungo nel nord della Castiglia da Lèon, città legionaria, fino al passo nebbioso del celtico Cebreiro. Non c'era nessuno. Lunghi giorni da solo per i boschi. Giornate profondamente solitarie. Marce da trenta o quaranta chilometri al dì. Mi sono ammazzato di fatica. Volevo forzare tutte le mie possibilità e non certo per sfidare le mie capacità fisiche. L'ho fatto per espugnare il mio cuore.

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 19 di 31