Amata solitudine

Vivo di solitudine. Il silenzio è il mio cibo, la mia acqua. Per amarla devo affrontarla e, ogni giorno, imparare a conviverci. Amata solitudine, isola benedetta, sublime stato in cui raccogliere cuore e mente, creare, dare senso e sostanza alla vita. Beata solitudine, tremenda condanna e meravigliosa conquista. Devo esser forte per amarla. La solitudine è indipendenza, pace, desiderata e duramente conquistata dopo tanti anni di guerra con me stesso, contro la mia incoscienza, contro la mia immaturità. Meravigliosamente silenziosa. Nella solitudine, senza alcun condizionamento, mi conosco e mi riconosco.

Sono nato solo. Morirò solo. Ma la solitudine sono stato costretto ad apprenderla con grande sacrificio. Solo il muto isolamento mi sa regalare libertà vera, tranquillità piena. Ho imparato ad amare la solitudine per capire la libertà, perché sono libero unicamente quando sono capace di star solo. Silenzio e lontananza mi sono costate tanto ma mi hanno dato una straordinaria liberazione. Il silenzio mi ha fatto crescere, mi ha elevato nel cammino solitario, mi ha insegnato ad amare. Perché amare vuol dire saper stare da soli, accettare l’abbandono e rispettare l’altrui volontà.

Andrea Claudio Galluzzo