Cielo di ferro

Siamo esseri orgogliosi, viviamo in città di vetro, acciaio e cemento. Ma, anche se puntiamo in alto, le nostre fiere fiamme non riescono ad elevarsi davvero. Ci procuriamo dei e religioni per tormentarci con il sogno della salvezza ma nessuno, no nessuno, può darci il potere di sollevarci al di sopra dell’amore, al di sopra dell’odio, sotto questo cielo di ferro che, veloce, entra nella nostra mente, annienta la paura e ci offre la libertà.

Questa è la vita, che cola giù dai muri e non riesce respirare in questa dura realtà. La confusione di massa ha nutrito la cecità e adesso definisce la nostra fredda società. Ma ci rialzeremo. Sopra l’amore, sopra l’odio, grazie a questo cielo di ferro che adesso si prende le nostre menti, sovrasta la paura e ci regala fresca purezza.

Non dobbiamo disperare. Dobbiamo tenere duro, non mollare mai. L’avidità che ci comanda è solo un male passeggero che nasce dall’amarezza di chi teme l’amore, dall’odio di coloro che non sanno amare. La libertà del cuore non può morire. Abbiamo il potere di rendere questa vita bella e libera, di renderla un’avventura meravigliosa. Abbiamo il potere di sollevarci al di sopra dell’amore e dell’odio attraverso questo cielo di ferro che ci trasforma e cancella ogni timore liberandoci dall’oppressione del passato e del presente. Piovi su di noi, cielo di ferro.

Andrea Claudio Galluzzo