Nebbia

Che il nero degli occhi sia nero profondo. Che il suono del vento cancelli il ricordo. Questo no, non mi va, niente davvero potrebbe aiutarmi a scordare, nebbia sulla strada. Che il ghiaccio del cielo raffreddi la terra. Che il gelo che soffia trasformi anche l’acqua. Solo che non mi va, niente di strano. Non voglio suonare stasera, nebbia sulla strada. Dolce nebbia che bagni la notte, lava le nostre anime sporche. Basterà solo un colpo di vento quando ti muoverai da solo. No, non e’ mai tardi. Ma chi resta indietro è perso. Chi ti ha portato da noi? Non ti ha cercato nessuno.

Andrea Claudio Galluzzo