Solo

Solo. Completamente solo. Nel gelo. Nato solo. Morirò solo. Solo mangio il pane della vita. Solo a voler trattenere l’istante più bello. Solo a passare senza voler passare. Digiuno. Il mondo mi passa accanto senza sfiorarmi. Nessuno mi aiuterà a morire. In fila, da solo, per attraversare lo stretto varco del dolore.

Ridi e il mondo riderà con te. Piangi, e piangerai da solo. Canta, e le valli ti risponderanno. Singhiozza, e il tuo singhiozzo si perderà nell’aria. Rallegrati e ti cercheranno. Rattristati e ti lasceranno solo. Vogliono la misura piena del tuo piacere, ma non hanno bisogno del tuo dolore. Sii felice, e avrai molti amici. Sii triste, e li perderai tutti. Non c’è nessuno che rifiuti il tuo vino, ma dovrai bere da solo il fiele della vita.

Andrea Claudio Galluzzo