Silenzio

Più degli insulti, più degli sguardi torvi, più di gesti maleducati può la forza di uno sguardo quieto in un attimo di silenzio. Nel silenzio risiede il più grande potere. Attraverso di esso si ferma la frenesia e si comprende ciò che si è. Il silenzio è segno di rassegnazione al dolore ma anche gusto della massima gioia. Le emozioni più grandi vivono dentro di noi e non sono esprimibili se non dall'assoluto vuoto sonoro. Troppo grandi per le poche azioni che possiamo compiere, restano in noi cullate da una carezza silenziosa.


Solo un immobile silenzio ci redime e ci spoglia della nostra cattiva coscienza. La quiete, nel silenzio, è condizione imprescindibile per chi desidera farsi abbracciare dalla verità. Il silenzio non ha definizione. E’ tutto e niente. Ci somiglia e assume molte forme. Si plasma fino a caricare il nostro spirito per poter, grazie ad esso, sprigionare tutta la forza delle nostre pulsioni. Il silenzio è la vetta più alta. Il silenzio è il potere immenso donato a chi impara ad amarlo.

Più del tutto è il silenzio.

Andrea Claudio Galluzzo